ON LINE GLI ABSTRACT DEL CONGRESSO NAZIONALE AIDM

BannerSitoAIDM - ON LINE GLI ABSTRACT DEL CONGRESSO NAZIONALE AIDM
La medicina di genere specifica, vale a dire l’orientamento delle differenze ormonali,  cliniche e sociali di ogni individuo che porta ad una medicina di appropriatezza, rappresenta oggi un’innovazione scientifica di rilievo e, dopo gli sviluppi degli ultimi anni, vive in Italia un importante momento.  Su indicazione dell´OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) il Ministero della Salute e l´Istituto superiore di sanità insieme alle società scientifiche, stanno portando avanti, infatti, osservatori scientifici per favorire la prassi  sia di ricerca biomolecolare che di sperimentazione farmacologica indirizzata all´individuo nella sua diversità.
Questo il tema del Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Donne Medico tenuto a Trieste dal 26 al 28 maggio 2017 e ha avuto come titolo ” Scienza salute donna Innovazione Scientifica nella Medicina di Genere”.
Le numerose sessioni in programma nelle tre giornate congressuali hanno trattato diversi aspetti dell’innovazione nella medicina di genere:  l´innovazione in tema di alimentazione, ambiente ed epigenetica, in cardiologia, in pneumologia, otorinolarigoiatria, oculistica e odontoiatria ed anche l´innovazione legata alla ricerca nella vita fertile, nonché l´innovazione  scientifica e la ricerca medica.
Importante sottolineare come le associazioni scientifiche devono continuare ad essere punto di riferimento nella professione medica: in particolare l’Associazione Italiana Donne Medico che si rivolge alla parte più rappresentata ormai tra i medici operanti in Italia. La donna medico può fare ancora molto per il percorso professionale proprio e delle giovani colleghe e soprattutto, con il confronto nella vita associativa, riuscire a valorizzare le peculiarità della cura “al femminile”. La professionalità unita all’empatia e alla particolare attenzione ad una medicina olistica che da sempre contraddistingue la donna medico sono riassunte dal motto che compare nel nostro logo, che pur risalendo al secolo scorso è tuttora valido, non come definizione semplicistica di un atteggiamento, ma come definizione di un concetto moderno che si può esprimere come attenzione alla cura. Matris animo curant può essere attualmente tradotto in professione dedicata al welfare.