TRIESTE, 13 OTTOBRE 2018. IL DISAGIO NASCOSTO”: panoramica sulle patologie pelviche del genere femminile

Data e orario
13.10.2018
08:00 > 14:00

Luogo
sanatorio triestino
Via Domenico Rossetti, 62
Trieste


AIDM In collaborazione con SANATORIO TRIESTINO SPA

In questo corso ci proponiamo di approfondire la complessa problematica delle patologie pelviche nel genere femminile. Il pavimento pelvico, insieme di strutture osteo-muscolari e fasciali circonda e sostiene gli organi pelvici: vescica, uretra, vagina, perineo ed apparato ano rettale. Quest’area “nascosta“del corpo femminile, deputata alla minzione, defecazione, attività sessuale e riproduttiva è storicamente soggetta a tabù culturali. La salute degli organi pelvici è collegata alle pratiche sessuali. Nella donna, un rapporto non sufficientemente desiderato risulta maggiormente traumatico che di norma, per la scarsezza di lubrificazione e per l’induzione di contratture dei muscoli del pavimento pelvico e perineale, favorendo le infezioni e le infiammazioni. Sovente la paziente per timore e vergogna, nasconde il suo disagio ed è reticente a spiegare le sue problematiche. Le infezioni delle vie genito-urinarie sono molto frequenti nelle donne con tipologie differenti per fasce di età. Numerosi fattori anatomici, biologici, ormonali e nutrizionali favoriscono l’insorgenza delle infezioni. La stipsi cronica è un fattore frequentemente associato alle infezione recidivanti urogenitali e richiede una terapia accurata e multidisciplinare. La nutrizione corretta, l’adeguata idratazione ed introduzione di fibre alimentari è di cruciale importanza nella terapia e nella riduzione delle recidive. La fibra infatti ha un effetto probiotico e regolarizza il microbioma intestinale, la cui ricchezza e varietà è indispensabile per garantire l’integrità della parete dell’intestino stesso, degli organi contigui ed il funzionamento del sistema immunitario. Nella cura e prevenzione delle infezioni genito-urinarie vanno consigliati stili di vita ed alimentazione corretti, ma è auspicabile una dieta personalizzata  che non preveda privazioni predeterminate ma mirate alla correzione delle problematiche individuali. Le patologie pelviche richiedono quindi strategie diagnostico terapeutiche multidisciplinari mediche, chirurgiche e fisioterapiche. Il medico di medicina generale, figura professionale più vicina ai pazienti, avrà il compito del delicato approccio con la donna, dell’individuazione del problema ed invierà la paziente ad un team di specialisti preparati ed aggiornati in materia.

 8, 00         Registrazione partecipanti

8,15          Presentazione del corso, dott. Salvatore Guarneri

8,30          Patologie pelviche del genere femminile; perchè disagio nascosto, Dott.ssa Paola Sbisà

9,00          Cistiti recidivanti nella donna in età fertile, dott. Rolando Bertè

9,30          La stipsi cronica, Dott. Nicola Lizza

10,00       Nutrizione e salute intestinale, Dott.ssa Paola Sbisà

10,30       Caso clinico : la stipsi e la dieta, dott.ssa Paola Sbisà e Dott.Nicola Lizza

11             Coffe break

11,15       Infezioni genito urinarie femminili, prevenzione e cura, Dott.ssa Monica Costantini

11.45       Varicocele pelvico e dolore cronico,Dott.ssa Laura Ukovich

12,15       Alimentazione e vie genito urinarie, verità e falsi miti, Dott.ssa Paola Sbisà

12.45       Il pavimento pelvico e la fisioterapia, Annelore Giovi Marcolini – Fisioterapista

13,15      Caso clinico: cistite cronica recidivante femminile ed approccio terapeutico

Dott.Rolando Bertè e Dott.ssa Monica Costantini

13.45       Test ECM

14             Chiusura lavori

Responsabile scientifico datt. Sbisà -Comitato scientifico: Sbisà- Lizza   Comitato organizzativo: Segreteria Direzione Sanitaria Sanatorio Triestino

Associazione Italiana Donne Medico Provider standard 558

Programma